Bollette col lievito: 5 costi accessori

Costi accessoriQuinto dei miei sette criteri per scegliere l’adsl riguarda i costi accessori che ho individuato in 5 diverse categorie generali. Si tratta di tutte quelle voci di spesa che vanno a comporre la bolletta sommandosi ai prezzi internet e al costo chiamate. L’importanza di questa variabile risiede soprattutto nel fatto che questi costi sono solitamente meno evidenti in fase di sottoscrizione del contratto e che bisogna spesso cercare nelle scritte a fondo pagina per venirne informati.

I costi accessori più comuni associati alle offerte internet riguardano sicuramente gli eventuali costi di attivazione della linea. Questi possono essere pagati in una soluzione unica o spalmati su più rate, ma sono generalmente sopra ai 50€, talvolta molto sopra. Per fortuna, i gestori offrono spesso sconti sull’attivazione che possono persino arrivare al 100% per periodi limitati e solo a certe condizioni (passaggio da altro operatore, copertura di rete, ecc). Quasi sempre, comunque, queste promozioni sono valide solo per contratti della durata di 24 mesi. In questo modo i gestori tentano di tenersi i propri clienti più a lungo, sottraendoli alla concorrenza.

Altro modo per fidelizzare, o forzare i clienti a restare almeno un paio d’anni, è quello di applicare costi di disattivazione (chiamate penali, prima che la legge le vietasse). Questo argomento, però, meriterà un articolo specifico, per cui non aggiungo altro in questa sede, perché è una questione spinosa.

Altri costi accessori possono poi riguardare i servizi erogati dal gestore e si dividono sostanzialmente in 2 categorie: i costi legati alle chiamate e quelli legati all’adsl. Tra i primi rientrano i servizi di segreteria telefonica, il trasferimento di chiamata per quando si è fuori casa, il servizio “chi è” per sapere chi ti sta chiamando ancora prima di rispondere, in modo da evitare chiamate indesiderate, linea telefonica aggiuntiva, ecc. I servizi accessori legati all’adsl, invece, sono sostanzialmente tutti quei servizi che aumentano la velocità di navigazione rispetto al contratto di fornitura base, cioè le varie promozioni SuperInternet e InternetPlay di TelcomItalia, Fibra100 per le offerte Fastweb, la navigazione a 20Mbps a soli 3€ in più proposta da Infostrada; o ancora servizi televisivi come la Vodafone TV solution proposta con la Vodafone Station 2 o CuboVision di TelecomItalia.

Inoltre, in bolletta ti potrebbero venire addebitati costi accessori relativi all’acquisto o locazione di apparati tecnici quali modem wifi, telefoni, centralino, e quant’altro. Oppure cercheranno di aggiungere al tuo contratto servizi come spazio web aggiuntivo che magari non userai mai, servizi di filtraggio spam per la email, protezione antivirus e antifrode,  servizio di backup online.

Standard Image Banner 468 x 60

Ovviamente il più evidente di tutti i costi accessori è il canone di TelecomItalia, retaggio del passato da monopolista e del presente di gestore della infrastruttura telematica principale, fastidiosissimo balzello cui vengono sottoposti i clienti Telecom – a volte in maniera non del tutto trasparente, come nei tanti casi che si leggono in giro per la rete di utenti che hanno sottoscritto il contratto Alice 7 mega pensando di pagare una ventina di euro al mese e si sono trovati a pagarne quasi il doppio a causa appunto del canone.

Non fa parte invece dei costi accessori l’iva. Questa, infatti, rispondendo anche alla richiesta di un lettore, è sempre compresa nei prezzi internet pubblicizzati dagli operatori.

Riassumendo, ecco dunque le 5 classi di costi accessori che potrebbero spuntare inavvertitamente nella tua bolletta:

  1. costi di attivazione/disattivazione;
  2. servizi accessori legati alle chiamate: segreteria telefonica, trasferimento di chiamata, “chi è”, linea telefonica aggiuntiva, ecc;
  3. servizi accessori legati alla linea adsl: velocità maggiorata rispetto alla offerta base, tv via web, ecc;
  4. acquisto o locazione di apparati tecnici: modem wifi, telefoni, centralino, ecc
  5. servizi aggiuntivi web: web security, backup.

In conclusione, sii sempre vigile prima della sottoscrizione di un’offerta, e controlla che stai effettivamente richiedendo soltanto i servizi che ti servono, altrimenti la tua bolletta potrebbe lievitare senza che te ne accorga.

Lascia il tuo commento sul costo chiamate e sul tuo profilo utenteSe hai dei dubbi sull’eventuale presenza di costi accessori per un’offerta che vuoi sottoscrivere, non esitare a lasciare un messaggio qui sotto oppure a scrivermi una email.

 

2 Commenti

  • mary dice:

    Ciao,
    ho intenzione di sottoscrivere il contratto infostrada, absolute adsl e mi chiedevo quali potrebbero essere i costi accessori al di fuori del costo di attivazione.
    Mi sai dare qualche dritta?
    Ciao!

    • Emanuele dice:

      Ciao Mary e grazie per la domanda.

      Puoi controllare i dettagli e le mie opinioni sull’offerta Absolute ADSL a questa pagina.

      Intanto ecco una lista dei costi accessori di Absolute ADSL (e delle offerte Infostrada in genere):

      • Contributo di attivazione: come giustamente ricordavi, ci sarà un contributo di attivazione di 9€ per le linee esitenti, che diventano ben 79,99 per le nuove linee, ma ora è in promozione a 19,99
      • Modem in comodato d’uso: 3€ al mese (se rescindi dal contratto prima dei 24 mesi, l’acquisto del modem ti verrà a costare ulteriori 40€, per questo e per avere modem più performanti, consiglio sempre di acquistare i modem in proprio per cui se non ne possiedi già uno, puoi vedere alcuni modelli qui
      • Contributo per pagamento con bollettino postale: se decidi di pagare con il bollettino postale, oltre ad avere la scocciatura di andare tutte le volte alle poste, con la fila e tutto, ti tocca pure sborsare 15€ di contributo una tantum, per cui ti consiglio l’addebito su conto corrente o carta di credito
      • Servizi accessori opzionali: ad esempio, se attivi il servizio di segreteria telefonica, pagherai 0,91€/mese in più (questi servizi devono essere richiesti, per cui se non li chiedi, non considerare questo punto)
      • Adsl a 20 mega: se vuoi navigare a 20 mega, puoi attivare l’opzione che ti verrà a costare solo 3€/mese in più (il servizio è attivabile solo previa verifica della copertura che puoi effettuare qui)
      • Fattura cartacea: non sono riuscito a trovare questa informazione sul sito di Infostrada, ma solitamente i gestori addebitano il costo della spedizione della fattura al cliente (generalmente attorno a 1-2€ a bolletta); puoi ovviamente richiedere la spedizione della fattura via email e risparmiare soldi e carta

      Mi pare che sia tutto.

      Spero di esserti stato d’aiuto e se hai bisogno d’altro, chiedi pure.

      Ecco di nuovo la pagina della mia recensione su Absolute ADSL e quella per verificare la copertura e sottoscrivere l’abbonamento.

      A presto!

Dimmi la tua

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati da: *

*

Non userò la tua mail per mandarti pubblicità, né la cederò ad altri. Tengo alla tua privacy come tengo alla mia. Ti ringrazio per il commento.

Non userò la tua mail per mandarti pubblicità, né la cederò ad altri. Tengo alla tua privacy come tengo alla mia. Ti ringrazio per il commento.